News

Raddoppio Dei Termini A Seguito Condono Iva: Accertamento

Articolo inserito il 30/01/2013

Per le violazioni che comportano l’obbligo di denuncia all’Autorità giudiziaria a seguito dei reati previsti dal D.Lgs. 10 marzo 2000, n. 74, scatta il raddoppio dei termini per l’esercizio dell’attività di accertamento dell’Amministrazione Finanziaria, per il periodo di imposta in cui è stata commessa la violazione. L’istituto del raddoppio dei termini per l’accertamento, introdotto dal legislatore fiscale al fine di rafforzare l'azione di contrasto all'evasione, compromette seriamente le garanzie poste a garanzia dei contribuenti. Ciò vale soprattutto per i soggetti che hanno aderito alle sanatorie ai fini IVA introdotte dalla Legge n. 289 del 2002, se si tiene conto che la Corte Costituzionale , nella sentenza 25 luglio 2011 n. 247, ha
sancito che il termine raddoppiato è un termine non cumulabile con altre proroghe.