News

Dichiarazione Imu Per Coltivatori E Imprenditori Agricoli

Articolo inserito il 23/01/2013

La Risoluzione n. 2/DF del 18 gennaio 2013 del Dipartimento delle Finanze (MEF) fornisce chiarimenti in merito alla presentazione della dichiarazione per l'imposta municipale(IMU) per i coltivatori diretti e gli imprenditori agricoli professionali iscritti alla previdenza agricola (IAP).
Per l'articolo 13, comma 12-ter, del D.L. 201/2011, mantengono la loro validità ai fini dell'obbligo dichiarativo IMU, le dichiarazioni già presentate in materia di imposta comunale sugli immobili (ICI) in quanto compatibili il tutto confermato dal successivo decreto ministeriale del 30 ottobre 2012.


Indagini Finanziarie E Redditometro

Articolo inserito il 22/01/2013

L'utilizzo degli accertamenti bancari in ambito tributario, da strumento occasionale di indagine, sta assumendo le modalità di una consueta prassi investigativa. I dati e gli elementi rinvenuti dal Fisco in sede di accertamento bancario possono essere utilizzati ai fini della rettifica della base imponibile dichiarata dal contribuente, se questi non dimostra che ne ha tenuto conto per la determinazione della base imponibile stessa o che non hanno rilevanza allo stesso fineLe movimentazioni possono diventare rilevanti quando non sono compatibili con la capacità contributiva del contribuente
Il riscontro delle movimentazioni finanziarie presso gli intermediari, in caso di esito positivo, rappresenta un importante sostegno alle presunzioni derivanti dal redditometro.


Tasso Di Interesse Scende All’8,75%

Articolo inserito il 22/01/2013

Pubblicato in G.U. il saggio degli interessi legali da applicare a favore del creditore nei casi di ritardo nei pagamenti nelle transazioni commerciali.
Sulla Gazzetta Ufficiale del 17 gennaio 2013 n. 14 è stato pubblicato il comunicato del Ministero dell’Economia e delle Finanze (MEF) con il quale viene enunciato il saggio degli interessi legali moratori da applicare in favore dei creditori nel caso di ritardo dei pagamenti nelle transazioni commerciali.
Conseguentemente ai sensi dell'art. 5 del decreto legislativo n. 231/2002, come modificato dalla lettera e) del comma 1 dell'art. 1 del decreto legislativo n. 192/2012, si comunica che per il periodo 1° gennaio - 30 giugno 2013, il tasso di riferimento è pari allo 0,75 per cento.


Nuova Rivalutazione Terreni : Perché Conviene?

Articolo inserito il 22/01/2013

I contribuenti che hanno proceduto a rivalutare in passato un terreno, godendo delle norme che consentivano il versamento di un’imposta sostitutiva sul nuovo valore periziato, possono oggi rivendere tale immobile a un valore inferiore.
L’Amministrazione Finanziaria, ha sempre sottolineato che in caso di cessione a un valore inferiore rispetto a quello periziato, gli effetti della rivalutazione di vanificano completamente.(Circolari n. 15/E/2002 e 35/E/2004).
In tale ipotesi, potrebbe essere una scelta prudente quella di procedere a rideterminare il valore una seconda volta, avvalendosi della nuova finestra concessa dalla Legge di Stabilità 2013 comma 473


Stabilite La Nuova Decorrenza E Modalità Degli Adempimenti Tributari Per Il Sisma 2012

Articolo inserito il 20/01/2013

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 12 del 15 dicembre 2013 il Decreto 21 dicembre 2012 del Ministero dell'economia e delle finanze (MEF) che determina le modalità di effettuazione degli adempimenti tributari scaduti, relativi agli eventi sismici avvenuti nel mese di maggio 2012 in Emilia-Romagna, Lombardia e Veneto e ne proroga la scadenza al 30 aprile 2013.


Contratti Di Rete L. 221/2012

Articolo inserito il 20/01/2013

Il contratto di rete è stato pensato con l'intendimento di facilitare le imprese (non i professionisti)nel perseguire l'accrescimento della propria capacità innovativa e la propria competitività sul mercato.
Il D.L. 18.10.2012, n. 179, conv. con modif. dalla L. 17.12.2012, n. 221 (decreto «Sviluppo 2012 bis»), ha apportato ulteriori modifiche alla disciplina dei contratti di rete. In particolare, l'art. 36, co. 4, ha ulteriormente modificato la disciplina generale del contratto di rete di cui all'art. 3, commi da 4-ter a 4-quinquies, D.L. 10.2.2009, n. 5, convertito con modificazioni dalla L. 9.4.2009, n. 33.


Omessa Iva

Articolo inserito il 19/01/2013

La Corte Suprema di Cassazione – Terza Sezione Penale, nella sentenza n. 40361 pubblicata il 19 ottobre 2012 ha sostenuto la seguente tesi: presupposto del reato di omesso versamento IVA è che il debito d’imposta risulti dalla stessa dichiarazione del contribuente ma se dalla dichiarazione non risulta alcun debito non è integrata la condotta penalmente rilevante. In un’ipotesi siffatta, non rileva l’eventuale tardività della presentazione della dichiarazione annuale IVA.


Comunicazione Iva

Articolo inserito il 19/01/2013

Approvato il modello per la comunicazione IVA.
Con provvedimento del 15 gennaio 2013 il direttore dell’Agenzia delle Entrate ha approvato il modello di comunicazione annuale dati IVA da utilizzare per l’indicazione dei dati contabili riepilogativi delle operazioni effettuate nell’anno solare precedente a quello di presentazione; l'approvazione conprendono anche le istruzioni per la compilazione.


Nord E Sud Con Stesse Start Up

Articolo inserito il 18/01/2013

I dati presentati ieri a Roma dal Notariato, con oltre 4mila Srl semplificate e a capitale ridotto partite negli ultimi mesi del 2012, evidenziano che l'imprenditoria giovane e giovanissima rappresenta l'architrave dell'economia reale presente e soprattutto futura.
Si tratta di un risultato significativo e incoraggiante soprattutto se letto nella distribuzione geografica del fenomeno con una distribuzione geografica molto omogenea in cui la Campania pesa più della Lombardia e la Sicilia, per esempio, più dell'Emilia-Romagna.


Bilancio E Contabilità

Articolo inserito il 18/01/2013

Le attese a sei mesi sull'inflazione al consumo sono state riviste nettamente al ribasso rispetto alla rilevazione di settembre, in linea con la decelerazione dei prezzi registrata negli ultimi mesi dell'anno. Anche quelle a uno e a due anni si sono ridotte. In dicembre il ritmo di crescita sui dodici mesi dei prezzi al consumo è stato del 2,6 per cento, inferiore di 0,8 punti percentuali rispetto a quanto atteso dagli operatori nell'inchiesta di un anno prima.